L’isolamento termico è un fattore valutato soprattutto nella scelta degli infissi e dei serramenti. Oltre a ridurre la dispersione di calore e a mantenere freschi gli ambienti interni, è possibile ottenere un efficientamento energetico grazie ad un notevole risparmio di energia. Prima di acquistare i sistemi più adatti ai propri ambienti è necessario valutare alcuni elementi.

 

La tipologia di ambiente e l’esposizione

A seconda della tipologia di ambiente che si vuole isolare, il vetro viene costruito attenendosi a specifiche caratteristiche che lo rendono idoneo per determinate strutture. Le finestre di casa sopperiscono ad un bisogno differente rispetto a quelle di un ufficio o alle vetrine di un negozio, ma in tutti i casi l’importante è optare per una tipologia di infissi che possa isolare gli interni. Le varianti includono le finestre e le portefinestre oltre ai parapetti che spesse volte sostituiscono i tradizionali balconi.

 

I vetri sono generalmente stratificati presentando vetri di sicurezza che ne riducono l’infrangibilità. E’ importante considerare l’esposizione dell’immobile per scegliere la tipologia di vetro migliore. L’esposizione a nord genera ambienti freddi, con tendenza all’umidità, a differenza dell’esposizione ad est o ad ovest dove il sole dell’estate riscalda eccessivamente gli ambienti.

 

isolamento termico finestre valore

 

L’isolamento termico durante l’inverno

 

La prima esigenza è quella di mantenere gli ambienti caldi durante le stagioni invernali, impedendo la dispersione del calore emanata da radiatori, stufe e caminetti. Ulteriore elemento che viene preso in considerazione è l’umidità che, durante l’inverno ed in ambienti esposti principalmente a nord, tende ad aumentare con la conseguente formazione di muffa sulle pareti.

 

La dispersione termica in inverno è dovuta principalmente ai materiali edili adoperati nella costruzione dell’edificio, ma un ruolo fondamentale è quello dei vetri. Senza affrontare spese eccessive è possibile diminuire la dispersione del calore adottando vetri con valori Ug prossimi allo zero.

 

La scelta del vetro basso emissivo può vertere su lastre stratificate formate da due o tre pannelli, in combinazione a gas nobili che accentuano l’isolamento. I valori idonei sono quelli compresi fra Ug 1,40 W/m2k e Ug 0,50 w/m2k.

 

La protezione dai raggi ultravioletti

 

Ad accentuare invece il surriscaldamento degli ambienti durante le stagioni estive sono i raggi ultravioletti che filtrano dai vetri di una finestra. Il problema è principalmente avvertito da chi ha un immobile esposto ad est o ad ovest, che pone gli interni al diretto contatto con la luce del sole. Anche in questo caso l’utilizzo di un vetro dotato, questa volta, di schermature protettive permette di filtrare i raggi dannosi senza rinunciare all’illuminazione.

 

Il Fattore Solare (FS o SF) noto anche come Valore g è una misurazione con cui si può definire la capacità di un vetro di schermare il sole. I valori sono espressi in percentuale e anche in questo caso la prossimità allo 0 indica una maggiore capacità del vetro di isolare gli ambienti dai raggi solari.

 

protezione uv vetro