Le porte blindate fanno parte della categoria di infissi che si installano per proteggere l’abitazione e le persone che vi soggiornano, dalle incursione dei ladri. Quasi tutti gli appartamenti sono protetti da questo infisso protettivo, specie dopo che, negli ultimi anni, si sono registrati casi di furto anche durante le ore notturne.

 

La porta blindata: valido prodotto antieffrazione

Il mercato offre porte blindate assai belle esteticamente e di tutti i prezzi, ma anche le migliori con il trascorrere del tempo e con l’usura hanno bisogno di essere regolate. Ma perché si presenta la necessità di regolare una porta blindata? Sebbene l’estetica della porta blindata si combini con la qualità di essa, può capitare che il peso del manufatto, tenda a farlo arrivare fino al pavimento con il pericolo che la porta tocchi il telaio. In casi del genere, l’utilizzo diventa difficoltoso e poco pratico e la porta blindata potrebbe facilmente bloccarsi. Urge, quindi, una regolazione che può essere effettuata con le metodiche del fai da te o, in casi più gravi, da un operatore di una ditta specializzata, meglio se si tratta della stessa azienda che ha installato il manufatto.

 

Tutti gli attrezzi a portata di mano

Regolare una porta blindata non è difficilissimo e basta avere un pizzico di manualità e anche i meno esperti possono cimentarsi in questa operazione. Per prima cosa procuratevi una chiave esagonale numero 6/8 (dipende dalla porta) e verificate quale sia il lato preciso verso cui pende il manufatto. Accertatevi anche che la linguetta alloggi correttamente nel telaio, altrimenti la porta tenderà ad avere difficoltà nell’apertura e nella chiusura. Se la porta non si chiude, significa che la piastrina dello scivolo si è semplicemente allentata e basterà un giravite adatto preso dalla cassetta degli attrezzi, per stringere adeguatamente la vite.

 

Riequilibrare e stabilizzare la porta

Nel caso la porta blindata penda dal lato della serratura, la cerniera superiore del telaio va spostata con la chiave esagonale della misura esatta. Svitate con attenzione le viti della cerniera, inquadrate la porta e spingetela fino a farle ritrovare il normale equilibrio. Se al contrario, notate che la porta è scesa e tocca a terra, bisognerà agire sulla vite esagonale che si trova sulla parte superiore della cerniera ubicata sulla stessa porta. Con la chiave esagonale della misura giusta, avvitate la vite fino a quando non noterete il rialzo della porta che, non strisciano sul pavimento, trova le condizioni idonee per aprirsi e chiudersi senza problemi. Con un portone blindato funzionante, vi sentirete nuovamente protetti dalle infrazioni e dalle visite indesiderate. Tuttavia, se non vi sentite pronti a svolgere questa operazione, vi conviene affidarvi ad un abile falegname, un fabbro o ad un addetto specializzato che, in pochi minuti, registrerà e regolerà la vostra porta.