I serramenti in legno bianchi sono una scelta di design per la propria casa, questi si adattano perfettamente a diversi stili d’arredo come quello vintage, il moderno ma anche quello eclettico o minimal.

 

Occorrente per pulire serramenti in legno bianchi

Gli infissi così realizzati però necessitano di estrema cura, di trattamenti di pulizia ordinaria e straordinaria per garantire un aspetto estetico impeccabile ed una durata maggiore nel tempo.
Per procedere alla pulizia occorreranno dei panni morbidi di cotone, dell’acqua, un detergente specifico per gli infissi in legno chiaro oppure un prodotto multi-superficie. Scegliete anche un sapone di Marsiglia, del bicarbonato, della candeggina ed uno scopino.
Verificate prima che gli infissi siano stati trattati con un prodotto isolante e protettivo, se il legno invece è solo dipinto di bianco e non protetto non potrete pulirlo con detergenti o acqua, ma andrà prima trattato.

La pulizia ordinaria dei serramenti

Ogni settimana o ogni due è necessario pulire i serramenti in legno bianchi, l’operazione riguarderà quelli sistemati all’interno dell’abitazione, mentre la parte esterna potrete pulirla ogni sei mesi o una volta l’anno.
La pulizia ordinaria consiste nello strofinare un panno morbido, meglio se di cotone sulla superficie dell’infisso. Il panno andrà imbevuto con detergente delicato apposito, seguendo le istruzioni riportate sulla confezione.
Una soluzione efficace per mantenere il colore bianco degli infissi si può realizzare in casa, miscelando mezzo bicchiere di candeggina, 1/4 di bicchiere di bicarbonato e 4 di acqua. Si passa la soluzione tramite una spugna e si lascia agire per circa 10 minuti, poi basta risciacquare con acqua tiepida ed un panno.
Assolutamente da non utilizzare sono l’ammoniaca e l’alcool per non rischiare di eliminare lo strato protettivo.

La pulizia straordinaria dei serramenti

La pulizia straordinaria permetterà di eliminare a fondo qualsiasi tipo di sporcizia e polveri depositate sui serramenti in legno bianchi.
Questa operazione si potrà effettuare una o due volte l’anno ed interessa anche la parte esterna degli infissi stessi. Con uno scopino rimuovete ogni traccia di polvere, ragnatele e sporco in genere, se volete potrete anche utilizzare un’aspirapolvere.
Andrà verificato lo stato della vernice e del rivestimento protettivo, se questi fossero usurati bisognerà provvedere dando un nuovo strato di finish.
Se l’infisso è integro procedere alla stesura del composto utilizzato anche per la pulitura ordinaria, composto da 1/2 bicchiere di candeggina, 1/4 di bicchiere di bicarbonato e 4 bicchieri di acqua. Il preparato va distribuito sulla superficie di legno bianca dell’infisso e lasciare agire per 10 minuti circa. Trascorso il tempo di posa risciacquate e passate un panno morbido, a scelta se imbevuto di detergente specifico per infissi.