Cambio serratura della porta blindata, con quelle nuove

L’eterna lotta tra chi vuole proteggere la propria abitazione, e chi invece in quella abitazione vede un modo per operare un arricchimento facile, va avanti dalla notte dei tempi. Fin dall’antichità infatti si cercava di proteggere i propri averi, con l’apposizione alle entrate delle proprie dimore di inferriate e chiavistelli particolari, strumenti che ai giorni nostri sono rappresentati dalle porte blindate e dalle serrature di sicurezza.

Il grimaldello bulgaro

Si sa però che i malintenzionati non si fermano dinanzi a nulla, e in tale contesto essi sono riusciti a ricreare un attrezzo che possa operare l’apertura di quelle serratura di sicurezza, che seppur nuove non sono recentissime, e cioè le serrature a doppia mappa. Tale strumento che è chiamato comunemente grimaldello bulgaro, agisce sfruttando la geometria variabile delle chiavi moderne, esso riesce grazie a meccanismi particolari a ricreare tale geometria, e di fatto a rendere inutile la chiave che protegge la porta blindata. L’apertura della mandata della chiave, rende pertanto inutile la porta blindata, anche quelle ad elevato grado di sicurezza, e fa decadere quella tranquillità che ogni cittadino ricerca.

Come difendersi.

La prima difesa possibile da mettere in atto, è quella legata dalla conoscenza di che tipo di serratura la propria porta blindata monta. I grimaldelli bulgari sono infatti capace di aprire solo alcuni tipi di serratura a doppia mappa, di solito le più datate. Se malauguratamente la serratura fa parte di queste, l’unico rimedio possibile è quello di cambiare la serratura. In commercio ne esistono alcune che abbinano la tecnologia della doppia mappatura a quella del cosiddetto cilindro europeo, cilindro in grado non solo di resistere ai grimaldelli bulgari usati ultimamente dagli scassinatori, ma anche a attacchi violenti portati avanti dai malintenzionati con trapani, o con altri strumenti di effrazione.

Quanto costa il cambio della serratura

Con il cambio della serrature si riesce infatti, con un costo sicuramente minore al cambio dell’intera porta blindata, a rendere inviolabile la propria abitazione, e si ritorna ad avere quella sicurezza che negli ultimi anni è stata minata dalla presenza del grimaldello bulgaro. Il costo, relativamente contenuto, non supera di solito i 200 euro e l’innalzamento della sicurezza, grazie all’upgrade della serratura, soprattutto in grossi contesti residenziali, (tipo i grandi condomini delle metropoli) sarà inoltre garantito dal fatto che un eventuale scassinatore prediligerà attaccare una serratura di vecchia concezione, e non certo una all’avanguardia in tecnologia. Studi hanno infatti evidenziato come qualsiasi persona nel momento in cui deve commettere un attività illecita, predilige un “attacco facile” rispetto a uno un po’ più complicato, cosa questa che di fatto rende la casa più sicura, solamente con la presenza di una serratura di nuova tecnologia.