La nuova legge di stabilità 2016 offre la possibilità di usufruire delle detrazioni fiscali per gli interventi di ristrutturazione e riqualificazione energetica di case ed edifici, compresa la sostituzione degli infissi. Grazie a questa nuova normativa è ora possibile rinnovare i serramenti della propria abitazione ottenendo un notevole risparmio sull’acquisto delle materie prime e sulla loro installazione. L’utilizzo di infissi a basso impatto ambientale garantisce un migliore comfort in casa e diminuisce le dispersioni energetiche, riducendo il costo delle utenze.

 

Le detrazioni fiscali per la sostituzione di infissi e serramenti

Chi decide di ristrutturare la propria casa installando infissi e serramenti moderni a ridotto impatto energetico può richiedere le agevolazioni fiscali introdotte dall’attuale legge di stabilità che si applica a tutti gli interventi effettuati fino al 31 dicembre del 2016. Per usufruire delle detrazioni fiscali è necessario rispettare le seguenti condizioni:

– La sostituzione degli infissi deve riguardare edifici esistenti; infatti non è possibile detrarre le spese inerenti ad edifici ancora in fase di costruzione, per i quali è necessario richiedere le detrazioni specifiche per le ristrutturazioni edilizie;

– Le dimensioni degli infissi vecchi e di quelli nuovi devono essere uguali;

– I nuovi infissi devono migliorare l’efficienza energetica dell’edificio e in particolare devono ridurre la dispersione termica;

– Gli infissi devono delimitare la superficie riscaldata dell’edificio;

– I nuovi serramenti devono essere in linea con i requisiti di trasmittanza del Del Decreto del 26 Gennaio 2010.

Attualmente la percentuale di detrazione per le spese di sostituzione degli infissi è pari al 65% del costo totale. In particolare l’agevolazione fiscale riguarda la detrazione delle spese IRPEF (Imposta sul reddito delle persone fisiche) e IRES (Imposta sul reddito delle società). Le detrazioni sono ripartite in dieci rate uguali per un intero anno. L’importo massimo detraibile per gli interventi sugli infissi è di 60.000 euro. Infine queste agevolazioni non sono cumulabili con quelle riguardanti la ristrutturazione edilizia.

 

Chi può richiedere le detrazioni fiscali su infissi e serramenti

Le detrazioni fiscali sulla sostituzione dei serramenti possono essere richieste da tutti i contribuenti proprietari di immobile, sia come privati sia come titolari di reddito d’impresa. Inoltre possono usufruirne: le persone fisiche, le associazioni di professionisti, gli enti pubblici e privati, i condomini sulle parti comuni del condominio, gli inquilini, coloro che usufruiscono di comodato d’uso e i familiari che convivono con il proprietario dell’abitazione e che hanno partecipato economicamente alle spese per i lavori. Per ottenere le agevolazioni fiscali è necessario presentare tutta la documentazioni necessaria al momento della dichiarazione dei redditi, comprensiva delle ricevute che attestano il pagamento della ristrutturazione.