Le serrature con cilindro europeo sono considerate l’evoluzione di quelle a doppia mappa e assicurano un livello superiore di sicurezza e protezione. Al tempo stesso, quando si sceglie il modello per la porta della propria casa, è necessario tenere in considerazione quali siano le tecniche più usate dai malviventi per scassinare una porta blindata oppure una serratura. Le metodologie di effrazione si basano su procedure e attrezzi differenti e si classificano in invasive e in non invasive. In quest’ultimo caso non si lasciano evidenti segni di scasso sulla serratura.

 

Tra queste tecniche bisogna prestare molta attenzione alla pongata, chiamata anche impressione con cera. Si tratta di una procedura passiva e attiva al tempo stesso, che consente di rilevare il calco dei componenti interni di cifratura utilizzando prodotti chimici e resine. L’impronta può quindi essere effettuata dall’esterno, con la serratura chiusa oppure aperta. Questo può avvenire con una serratura dal livello di sicurezza medio bassa. La tecnica attiva viene chiamata impressione attiva o diretta e consente di duplicare le chiavi con un calco, mentre quella passiva viene utilizzata sulle serrature doppia mappa. In questo modo si utilizza un utensile e una chiave spezzone per riprodurre una vera e propria chiave. Di conseguenza non si smonta il cilindro e non si deve saper leggere il codice di chiusura.

 

Per realizzare la pongatura il malvivente necessita soltanto di una chiave a dentini componibili e di un sondino. Questo strumento viene inserito nella serratura per prendere l’impronta della chiave, che viene incisa sulla superficie stessa dell’attrezzo. A questo punto è facile duplicarla per entrare nell’abitazione senza scassinare la porta. In genere bastano 2 minuti. Questa tecnica può essere utilizzata anche con serrature con cilindro europeo: tuttavia in questo caso bisogna utilizzare prima una morsa per spezzare in due il cilindro europeo di sicurezza.

 

Per proteggere la serratura da questa tecnica di scasso è possibile installare un defender normale oppure uno anti-trapano. I defender sagomati oppure con mostrine anti-tubo garantiscono un più alto livello di sicurezza perché impediscono al tubo-innocenti di fare presa sul cilindro e romperlo. In questo modo si aumenta il livello di sicurezza delle serrature però bisogna tenere a mente che i defender possono essere divelti con tecniche invasive, anche se sono necessari 5-10 minuti.

 

Per garantire una protezione massima alla porta della propria abitazione o dell’ufficio è meglio adottare serrature a cilindro europeo con trappola che integrano defender anti-shock e cilindri anti-bumping. Così, se si manomette e si estrae forzatamente il cilindro, la serratura si blocca irreversibilmente. In alternativa si può installare un apposito kit di protezione.

 

 

Tecnica pognata con chiave a doppia mappa