Negli appartamenti risalenti agli anni 70/80 ci sono porte blindate ancora efficienti, ma provviste di una serratura di vecchio tipo ossia, quella che viene più facilmente presa di mira dai malfattori. Gli organi di polizia stanno diramando comunicati molto esaustivi che segnalano alle famiglie, il grave rischio che si possano trovare delinquenti in casa anche nelle ore notturne.

L’importanza delle blindature

Per aprire una porta blindata di vecchio tipo, non ci vuole molto tempo ed i ladri si sono attrezzati e conoscono tutte le tattiche per entrare, talvolta, senza causare nessun tipo di rumore che possa allertare i vicini o gli stessi padroni di casa. I furti nelle nostre cittadine stanno aumentando esponenzialmente ed è bene prevenire facendo sostituire la vecchia porta blindata con una di ultima generazione e provvista di tutte le caratteristiche antieffrazione.

I metodi dei ladri

La chiave bulgara è un sistema che i ladri stanno adottando nella stragrande maggioranza dei casi e che, purtroppo, funziona efficacemente. Aprire una porta blindata di vecchio tipo è facilissimo per i malviventi che usano questa tipologia di chiave, che è un grimaldello che copia fedelmente la chiave di casa del proprietario e loro entrano indisturbati nella sua abitazione. Il sistema funziona su cilindri a pompa e alcuni cilindri europei. Il suggerimento è quello di avvalersi di ditte specializzate e non acquistare mai prodotti trasversali che potrebbero risultare non idonei. Le tecniche usate dagli scassinatori per aprire una porta blindata non lasciano segni di scasso, tanto è vero, che le assicurazioni non rimborsano il proprietario. Viene usata la tecnica della manipolazione che si esegue spingendo sul cilindro o facendo leva sui pistoni dei cilindri a doppia mappa e le mandate avvengono automaticamente come se si possedesse la vera chiave di casa. L’operazione avviene silenziosamente con questa chiave intelligente denominata anche ‘Picking’ o ‘Lock picking’ e la cosa più paradossale e che la chiave bulgara si acquista facilmente su internet!

Le migliori porte blindate

Le porte blindate all’avanguardia sono provviste, oltre ad una serratura adatta con cilindro di sicurezza, anche di ‘zanche’ incassate nella muratura e lamiere esterne ed interne, che sono elementi indispensabili per impedire effrazioni ai malviventi. Il suggerimento è quello di rivolgersi ad una ditta di comprovata esperienza per l’nstallazione di una nuova porta blindata perché è proprio dalla posa in opera che si determina la sicurezza della porta. Durante il fissaggio del telaio al muro, esso deve diventare con il manufatto una sorta di blocco monolitico impossibile da distruggere. L’operatore specializzato provvederà a fissare le zanche a circa 10/15 centimetri dal bordo del telaio con del cemento a presa rapida. L’abilità del tecnico si noterà dal consolidamento delle pareti poiché in alcuni condomini i laterizi sono forati e hanno bisogno di essere rinforzati con una rete elettro saldata a cui verrà fissato il controtelaio. Sarà quindi necessario dapprima togliere l’intonaco e poi rifarlo.